CERMET

Nel 2009 è stato firmato un accordo di collaborazione tra CERMET S.C.a r.l. e l’AIPI.

CERMET è sicuramente noto a molti soci AIPI come Organismo di Certificazione, tra i più importanti operanti in Italia ma la storia di questa organizzazione che ha portato alla sua attuale struttura è interessante e degna di essere qui richiamata.

Il tutto ebbe inizio, circa 25 anni or sono, quando la Regione Emilia Romagna creò una serie di iniziative, alcune delle quali dedicate a specifici settori produttivi, cui diede il nome di “Centri di Servizio” che dovevano servire da supporto/consulenza per le industrie del territorio regionale con Laboratori, attività di ricerca settoriali e altro.

CERMET, e ciò è facilmente intuibile dal nome, nacque come Centro Ricerche Metallurgiche con Sede in S. Lazzaro di Savena, ma fin dall’inizio della sua attività oltre che ad arricchire la tipologia dei servizi tecnologici di settore ampliò in modo qualitativo e quantitativo i suoi campi d’azione fornendo, oltre ai servizi tipici del Laboratorio di Metallurgia, anche quelli di consulenza, formazione, in campo normativo ecc. che ben presto diventarono, per così dire, di utilità universale  perché rivolti  ai più svariati settori della vita socio-economica da quelli più direttamente produttivi, per arrivare fino a quelli dei servizi socio-economici e pubblici in generale.

La vocazione pluralistica di CERMET nacque e si consolidò ovviamente con il suo sempre maggiore coinvolgimento nelle attività di Controllo e Certificazione della Qualità per le quali ha collaborato, in ambito nazionale e internazionale, anche a livello di elaborazione normativa.

La struttura iniziale si è decisamente ampliata ed ora comprende, oltre la Sede Centrale di Cadriano di Granarolo (nelle immediate vicinanze di Bologna) anche le due Sedi Operative di Roma e Torino ed uffici a Brindisi e Perugina.

Grazie al livello del lavoro svolto e a seguito degli accreditamenti ministeriali, da parte dei competenti organismi nazionali, internazionali e sovranazionali, ottenuti sino dall’inizio della attività, CERMET ha voluto e potuto estendere il proprio intervento in ambito internazionale; è infatti presente, in modo particolarmente attivo e significativo, in Cile  a Santiago  con la sua Delegacion Chile, a Seul in Corea con CERMET Asia Lmtd ed infine a Brasov in Romania con CERMET East Europe. Queste sedi operative “consolidate”, citate a titolo esemplificativo,  non descrivono certo tutta l’attività in campo internazionale.

Le ragioni dell’accordo tra AIPI e CERMET  possono essere sintetizzate nel modo seguente:

Esiste tutta un’amplissima attività divulgativa/formativa svolta da CERMET, testimoniata per il solo 2009, da circa 40 Corsi sulla Qualità, l’ambiente e la Sicurezza, il Management, Metrologici, sui Materiali, in campo Medicale, relativi alla Sanità e ai Servizi Sociali e, per il Settore Agroalimentare che può risultare d’interesse per i Soci AIPI sia immediatamente in qualità di discenti sia, reciprocamente, per un loro potenziale futuro coinvolgimento come relatori e/o docenti. Oltre a queste attività, da considerarsi stabilmente consolidate e strutturate, vengono da CERMET svolti incontri e seminari e workshop di carattere generale tra i quali per i soci AIPI potranno, ad esempio, risultare di interesse quelli del recente programma denominato CERMET Integrated Product Policy (CIPP) che intende fornire a progettisti/aziende uno strumento di stimolo alla riflessione per una progettazione che consideri in modo integrato caratteristiche di sicurezza, impatto ambientale ed efficienza energetica durante tutto il ciclo di vita del prodotto a partire dalla fase iniziale.

Tornando all’incontro in cui si è ufficializzata la collaborazione tra AIPI e CERMET si è infine concordato di studiare un progetto comune per poter stabilire un sistematico rapporto di collaborazione con il Mondo universitario che vada aldilà di sporadiche occasioni d’incontro e discussone finora avute.

CREAZIONE LINEE GUIDA

Dopo avere svolto alcuni workshop e corsi tematici, la collaborazione tra AIPI e CERMET ha condotto alla prima elaborazione documentale, ovvero alla Linea Guida per l’analisi integrata del prodotto.

Il lavoro è partito dalla constatazione che molte aziende hanno idee brillanti, e con genialità realizzano prodotti che fanno invidia al Mondo intero. Spesso, però, a prodotto ormai realizzato, molte di esse cercano di intervenire per apportare le modifiche richieste per soddisfare i requisiti di sicurezza, compatibilità ambientale, efficienza energetica, ed altro. Naturalmente, gli interventi successivi al progetto e alla prima serie prodotta sono sempre costosi e difficilmente ottimizzati.

Grazie al contributo di un gruppo di lavoro informale composto da rappresentanti di imprese, soci di AIPI, tecnici di CERMET e consulenti industriali, è stata condotta un’esplorazione a tutto tondo delle diverse sfaccettature dell’analisi integrata di prodotto, per fornire ai progettisti e alle aziende uno strumento di stimolo alla riflessione per una progettazione che consideri in modo integrato le caratteristiche di sicurezza, di impatto ambientale e di efficienza energetica durante tutto il ciclo di vita del prodotto, a partire dalla fase iniziale.

L’approccio suggerito ha una valenza del tutto generale. In ragione delle specializzazioni di coloro che hanno contribuito alla stesura della Linea Guida, molte delle definizioni delle caratteristiche di prodotto sono direttamente riferite ai seguenti contesti:

  • Automazione industriale, macchinari industriali, elettrodomestici
  • Dispositivi elettromedicali e prodotti destinati al mondo dell’estetica
  • Tecnologie per la produzione di energia, e per la gestione di impianti di climatizzazione

Con questo lavoro AIPI e CERMET si augurano di diffondere uno strumento di lavoro che faciliti il compito a tutti coloro che si trovano nella necessità di progettare un nuovo prodotto, e rinnovano la volontà di promuovere ulteriori occasioni di collaborazione, per favorire l’aggiornamento culturale e la continua elevazione della professionalità dei progettisti.

La Linea Guida per l’analisi integrata del prodotto e’ disponibile gratuitamente.

Per richiederne copia scrivere a:

CERMET Soc. Cons. a r.l.

Via Cadriano, 23

40057 Cadriano di Granarolo (BO)

Tel. 051-764.884

 

 

 

BREVE RIASSUNTO DELLA VISITA DEI SOCI AIPI AL CERMET

Il 13 Aprile 2011 si e’ svolta presso il Cermet l’Assemblea Annuale dei Soci AIPI.
Abbiamo quindi avuto l’occasione di conoscere meglio le attivita’ svolte dal Cermet – uno dei più autorevoli laboratori di metrologia industriale in Italia-  e visitarne i laboratori.
Illustro per chiarezza, con alcuni esempi. le attivita’ del Cermet:

• Prove di sicurezza elettrica e di compatibilità elettromagnetica
• Prove climatiche e di condizionamento
• Misure di emissione sonora e vibrazioni
• Prove e test funzionali sui prodotti finiti
• Misure su componenti
• Caratterizzazione metrologica di apparecchiature per uso legale ed industriale
• Analisi di cedimenti precoci (Failure Analysis)
• Analisi metallografiche
• Analisi chimiche
• Prove corrosionistiche e di invecchiamento accelerato
• Prove meccaniche, statiche e dinamiche

Non potendovi raccontare in dettaglio tutto cio’ che ci e’ stato spiegato durante la visita, proseguo soffermandomi brevemente sui campi di interesse piu’ vicini ai progettisti: le prove meccaniche e metalliche.

La Sezione Metallurgia, attiva dal 1985, e’ in grado di determinare le cause di rottura o malfunzionamento di componenti meccanici avvenute prematuramente durante l’esercizio, anomalie o cedimenti dovuti a corrosione, usura e attrito, fatica, saldatura, difetti dovuti ai trattamenti, etc.
Vengono eseguite prove, controlli ed analisi su ampio ventaglio di materiali e leghe metalliche (acciaio, ghisa, leghe d’alluminio, rame, titanio, magnesio, leghe dentali, superleghe ed altri materiali) e su una vasta gamma di articoli meccanici ed elettromeccanici; tramite una piccola officina interna gli operatori sono in grado di effettuare il taglio di componenti di grandi dimensioni e piccole lavorazioni necessarie per la conduzione delle analisi richieste.
Solo prove e misure effettuate con strumentazione adeguatamente tarata possono supportare scelte consapevoli, che ripagano nel tempo; Cermet ha un servizio avanzato di taratura delle apparecchiature, in grado di rilevarne pregi, difetti, caratteristiche e percentuali d’errore.
Le Macchine di Misura a Coordinate (CMM) sono ampiamente utilizzate dalle Aziende Automotive per il controllo del prodotto, sia off-line sia durante il processo produttivo, perché sono estremamente flessibili e consentono una elevata sistematicità nel controllo. Per garantire risultati di misura corretti e credibili è necessaria una loro gestione attenta attraverso verifiche periodiche che possono essere effettuate mediante il sistema Trace . Questo sistema, nato da un Progetto Europeo, si basa sull’utilizzo di un campione itinerante (TETRAEDRO); permette quindi all’Azienda di verificare in autonomia le prestazioni della CMM, inserendo poi i risultati delle misure effettuate su una piattaforma web che li elabora e li rende disponibili ai tecnici CERMET per la validazione dei risultati e l’emissione del certificato.

Per ulteriori informazioni sul Cermet potete visitare il sito  www.cermet.it


Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *